SITO ANARCOLIBERALE A CURA DI DOMENICO LETIZIA. Laboratorio per un Neo-Anarchismo Analitico che sia Liberoscambista, Volontarista, Possibilista e Panarchico con lo sguardo verso i valori del Liberalismo Classico, del Neo-mutualismo e dell'Agorismo. Un laboratorio che sperimenti forme di gestione solidali, di mercato dencentralizzato e di autogestione attraverso l'arma della non-violenza e lo sciopero fiscale, insomma: Disobbedienza Civile

banner campagna un futuro senza atomiche

The Neolibertarian Network Diventa anche tu Ambasciatore Telethon Italian Blogs for Darfur AIT - Associazione italiana transumanisti
AnarchicA
No TAV

mercoledì 2 gennaio 2008

"KRAPFEN ATTACK":Bombe alla crema sulla Rai e la sede del PD


(del 12 dicembre: Ringrazio Gianfranco della F.A.I per l'informazione)
La sede centrale della Rai di viale Mazzini e' stata oggetto di lanci di "bombe alla crema" da parte di un gruppo che ha rivendicato il gesto di protesta con la sigla di Krapfen Attack. Alcuni giovani con il volto coperto hanno lanciato i dolci contro le vetrate della palazzina proprio dove si trova il Cavallo della Rai. In mattinata era stata presa di mira la nuova sede del Partito Democratico di Piazza di Sant'Anastasia, nel centro storico di Roma. Anche i "krapfen attack" sono corredati del "comunicato di rivendicazione" di prammatica. In quello dedicato all'azione contro la sede del Pd, definito "molto poco caro Partito Demokratico", si legge che "in questo 12 dicembre di lutto e di memoria mai sopita, siamo qui a ringraziarvi dolcemente per averci regalato un bel 'pacco sicurezza'". "L'avete fatto per il bene di tutti e tutte noi, per farci sentire tutti e tutte piu' a nostro agio nella nostra quotidianita' di 'produci, consuma, crepa'. Finalmente ora abbiamo delle sicurezze. Sicuri - prosegue il comunicato diffuso da chi si firma appunto ' Krapfen attack' - di morire bruciati grazie a un padrone delle ferriere alla quarta ora di straordinario, defiscalizzato, con gli estintori scarichi e l'allarme disattivato per risparmiare sui costi". La serie di "sicuri/sicure di" e' molto lunga: comprende "un futuro da precari, creatori di ricchezza che poi finisce nelle tasche di qualcun altro", o "che i torturatori di Bolzaneto e della scuola Diaz (Genova 2001) saranno omaggiati di una bella promozione. Sicuri di morire in carcere pestati dalle guardie per avere coltivato qualche piantina di maria. Sicuri di morire ammazzati da un pistolero di Stato che fa il tiro a segno in un autogrill. Sicure di finire in galera per antifascismo militante. Sicuri di vivere in un paese in guerra che in nostro nome bombarda uomini, donne e bambini 'terroristi' e che per questo aumenta a dismisura le spese militari". "Sicure - prosegue la nota di rivendicazione - di essere trattate come 'nemico interno' se manifestiamo contro la guerra", seguono critiche a carattere ambientalista, altre legate all'antimafia o al fatto di essere "sicuri di essere controllati, spiati, ascoltati, monitorati 24 ore su 24". Non mancano attacchi al Pd: "Il vostro simbolo elettorale e' una schifezza grafica che fa il paio con la vostra schifezza morale. Sicuri e sicure che state mettendo in opera un progetto di deriva autoritaria, finalizzata a reprimere il conflitto sociale e il dissenso di tutti coloro che non amano la pacificazione vagheggiata dalla governance di SuperWalter. Allora beccatevi i nostri krapfen umanitari, le nostre bombe alla crema intelligenti, che vi vadano di traverso". La nota si chiude con un richiamo a una data che e' quella della strage di Piazza Fontana: "12 dicembre 1969, no alla strategia della tensione, 12 dicembre 2007 no alla strategia della paura".

5 commenti:

W CUBA LIBERA ha detto...

BENE,BENE.........

AforAvenge ha detto...

Sempre viva il Krapfen Attack! :D
Centinaia di bombe alla crema per ogni sede del potere!
Saluti compagno ;)

domenico letizia ha detto...

sperando di addolcire anche loro un giorno....
grazie per l'informazione compagno,quando vuoi diffondere una notizia io faccio la mia parte.
ciao

Jak ha detto...

però, io capisco azioni e tutto, ma invece che sprecare krapfen su un cazzozisimo edificio, non è meglio mangiarseli e lanciare bombe?

domenico letizia ha detto...

ciao jak,
ritieni più efficace una azione dimostrativa o un azione che non raccoglie neanche l'opinione pubblica e che fa alzare la repressione???
sia chiaro non condanno assolutamente chi lo fa ma io sono per le azioni dimostrative,e atti insurrezionali trovano sempre la mia solidarietà.
ciao.

"Il mio identikit politico è quello di un libertario, tollerante. Se poi anarchico l'hanno fatto diventare un termine orrendo... In realta' vuol dire solo che uno pensa di essere abbastanza civile da riuscire a governarsi per conto proprio, attribuendo agli altri, con fiducia, le stesse capacità" ( Fabrizio De André )