SITO ANARCOLIBERALE A CURA DI DOMENICO LETIZIA. Laboratorio per un Neo-Anarchismo Analitico che sia Liberoscambista, Volontarista, Possibilista e Panarchico con lo sguardo verso i valori del Liberalismo Classico, del Neo-mutualismo e dell'Agorismo. Un laboratorio che sperimenti forme di gestione solidali, di mercato dencentralizzato e di autogestione attraverso l'arma della non-violenza e lo sciopero fiscale, insomma: Disobbedienza Civile

banner campagna un futuro senza atomiche

The Neolibertarian Network Diventa anche tu Ambasciatore Telethon Italian Blogs for Darfur AIT - Associazione italiana transumanisti
AnarchicA
No TAV

sabato 29 dicembre 2007

Giornale No Dal Molin (mensile di Dicembre)



E' in internet in formato pdf. il mensile di Dicembre del giornale No Dal Molin:
http://www.altravicenza.org/images/stories/giornale/giornaledicembre.pdf
E partecipa alla compagna di finanziamento per il nuovo Presidio:
con un versamento minimo di 50 euro hai diritto ad una quota,contributo straordinario unicamente destinato al rinnovo del nuovo Presidio. Le quote si possono aacquistare direttamente al Presidio oppure tramite versamento sul conto corrente presso la Banca Popolare Etica di Vicenza conto No Dal Molin n.000000120140 ABI 05018 CAB 11800 causale ''Voglio il Presidio Nuovo '' e un indirizzo per inviare la tessera.
Con il pagamento della quota verrà consegnata la tessera No Dal Molin.
http://www.nodalmolin.it/

2 commenti:

ANARCHICO92 ha detto...

.........stavolta sono rimasto un po perplesso.... SECONDO ME se si agisce per mezzo delle banche si fa girare il capitalismo....cosa ne pensi???....(saluti libertari!)

domenico letizia ha detto...

ciao,
compagno posso essere daccordo solo da una visita superficiale.
perchè ritengo che si debba analizzare il movimento No dal Molin, e descrivere il suo progresso avuto ,un grande movimento che riesce ad autogestirsi ed ad avere scena nazionale quasi ogni giorno.
L'esperimento del giornale lo ritengo importante e considerando che il movimento raccoglie più anime politiche e sociale è giusto che le decisioni che vengono ritenute opportune siano prese dal movimento.
La tessera è una cosa atipica ma all'interno di un movimento con diverse anime può rappresentare per molte persone un senzo di appartenenza.
ciò non toglie che noi dobbiamo continuare a combattere contro il monopolio delle banche collaboratrici dell'imperialismo.
saluti libertari,

"Il mio identikit politico è quello di un libertario, tollerante. Se poi anarchico l'hanno fatto diventare un termine orrendo... In realta' vuol dire solo che uno pensa di essere abbastanza civile da riuscire a governarsi per conto proprio, attribuendo agli altri, con fiducia, le stesse capacità" ( Fabrizio De André )