SITO ANARCOLIBERALE A CURA DI DOMENICO LETIZIA. Laboratorio per un Neo-Anarchismo Analitico che sia Liberoscambista, Volontarista, Possibilista e Panarchico con lo sguardo verso i valori del Liberalismo Classico, del Neo-mutualismo e dell'Agorismo. Un laboratorio che sperimenti forme di gestione solidali, di mercato dencentralizzato e di autogestione attraverso l'arma della non-violenza e lo sciopero fiscale, insomma: Disobbedienza Civile

banner campagna un futuro senza atomiche

The Neolibertarian Network Diventa anche tu Ambasciatore Telethon Italian Blogs for Darfur AIT - Associazione italiana transumanisti
AnarchicA
No TAV

mercoledì 18 giugno 2008

La Censura parte dal Porno


E' questo l'obiettivo nelle intenzioni del Sen. Alessio Butti (PDL) che nel disegno di legge 664 presentato al Senato prevede "la reclusione da uno a cinque anni e la multa da 2.500 euro a 50.000 euro" per chiunque "istituisca siti nella rete Internet i cui contenuti siano finalizzati, direttamente o indirettamente alla divulgazione o alla pubblicizzazione di materiale pornografico".

La Polizia "vigila sulla liceità e sulla moralità del contenuto dei siti della rete Internet accessibili al pubblico".
Termini che in uno stato laico e moderno non credevamo potessero comparire in una legge, un intento moralizzatore degno del miglior wahabismo saudita o della Repubblica Islamica dell'Iran, che punisce le donne che fanno uso di rossetto o i fidanzati che si tengono per mano in strada... cos'altro ci attende?

6 commenti:

signor basta ha detto...

Uno che vene da maddaloni e che ha ancora in bocca il latte materno farebbe meglio a non andare in giro per i blog a dare del deficente alla gente.
Quando discutevamo di liberalesimo con Matteucci (che tu non sai neppure da lontano chi è) tu non eri neppure ancora nella maletta di tuo padre!
Il problema di quest'Italia è di avere una massa di giovani ignoranti e presuntuosi!!

Riccardo ha detto...

Ti è venuto a trovare, come vedo....

Comunque bypasso il commento sopra per cercare invece di puntualizzare come, con tutti i problemi che assillano questo stato, ci si preoccupi in modo quasi estremista di moralizzarlo...

In base a quali risultati pragmatici ancora faccio fatica a capirlo

Se andiamo avanti così vedrai che Minority report non rimarrà solo una fantasia letterario-cinematografica....

Intanto per rinfrescare le menti di chi moralisticamente ferisce

prima la gioventù era bruciata, poi berlinizzata dallo Zoo oggi presuntuosamente ignorante.

Ma a 30 anni uno si deve ancora sentire giovane, o può ià essere annoverato nella maturante età???

Ai posteri l'ardua sentenza....

Davide ha detto...

è davvero uno schifo... ormai non so dire altro sull'italia e su chi ci governa!!!

PS: ma chi è sto signor basta ? mi sembra un pover'uomo!!! ahahah

Domenico Letizia ha detto...

ciao riccardo, andrò immediatamnte a visualizzare l'info lasciatemi.
signor basta, che son di Maddaloni è la natura, che noi giovano siam ignotanti beh siam il vostro risultato... che tu sei un povero deluso e amareggiato ''coglione'' e mo ci voleva perchè non son da politica le tue parole, e per carità il latte dalle nostre parti è il migliore.
poi da oggi ti chiamerò signor prof prof del ca..
davide sarà di sicuro un ''grande'' professore del....boh

signor basta ha detto...

"non son da politica le tue parole"
Guarda che ti sei beccato l'esatta descrizione di quello che sei solo perchè tu per primo sei venuto a rompermi il cazzo sul blog di riccardo, con parole che non erano da politica.
Cosa fai, inizi l'insulto e poi ritiri la lingua?
Se tu avessi portato qualche argomentazione avrei anche potuto passare un pò di tempo a capire ciò che pensi, se pensi.

Domenico Letizia ha detto...

carissimo signor basta (prof)
come vedi il blog è questo e ti chiedo gentilmnte che se vuoi continuar a passar di qui devi tu argomentare perchè questa è l'area commenti. (agli articoli ci penso io poi se hai un blog tuo commenterò lì)
chiedo scusa per il deficente, bene ora fai un pò de politica se la sai fà.
grazie mille,
maddaloni non è contenta della tua opinione su di essa.

"Il mio identikit politico è quello di un libertario, tollerante. Se poi anarchico l'hanno fatto diventare un termine orrendo... In realta' vuol dire solo che uno pensa di essere abbastanza civile da riuscire a governarsi per conto proprio, attribuendo agli altri, con fiducia, le stesse capacità" ( Fabrizio De André )