SITO ANARCOLIBERALE A CURA DI DOMENICO LETIZIA. Laboratorio per un Neo-Anarchismo Analitico che sia Liberoscambista, Volontarista, Possibilista e Panarchico con lo sguardo verso i valori del Liberalismo Classico, del Neo-mutualismo e dell'Agorismo. Un laboratorio che sperimenti forme di gestione solidali, di mercato dencentralizzato e di autogestione attraverso l'arma della non-violenza e lo sciopero fiscale, insomma: Disobbedienza Civile

banner campagna un futuro senza atomiche

The Neolibertarian Network Diventa anche tu Ambasciatore Telethon Italian Blogs for Darfur AIT - Associazione italiana transumanisti
AnarchicA
No TAV

lunedì 22 dicembre 2008

Proteste, Polizia e metodo Stato a San Francisco


San Francisco 20 dicembre, alcune centinaia di Anarchici scendono in piazza per protestare contro la brutalità della polizia in solidarietà alle manifestazioni anti-polizia degli studenti greci. Una bella giornata, un gran dibattito e una buona visibilità. Risultato: 5 arresti.
La polizia ha fermato 5 anarchici accusandoli di aver frantumato delle vetrine di alcuni negozi.
Io continuerò a ripeterlo, ogni volta che ci sono queste lodevoli manifestazioni bisogna rispettare la proprietà, non invaderla e distruggerla. Lo stato si presenta come l’ordine e la certezza e l’Anarchia come il caos e il disordine, questa è l’unica proprietà che si deve abbattere. Ma tutti i miei dubbi sulla non correttezza dei nostri anarchici d’oltreoceano, svaniscono (e lo sapevo) nel momento in cui vengo a conoscenza che gli anarchici non hanno fatto proprio niente oltre che manifestare.
La notizia, dall’organo d’informazione dei left-libertarian: http://leftlibertarian.org/ (ricordo sempre noi left-libertarian siamo difensori del libero mercato e della proprietà privata), dove viene riportata la testimonianza di uno studente dell’Alliance che ci conferma che la polizia era dietro e chi gli anarchici erano avanti quindi se gli anarchici son passati senza rompere niente e la polizia era dietro, chi ha rotto queste vetrine?.... Come sempre il gioco dello stato, ordine apparente, distruzione dietro. Tutta la sequenza degli avvenimenti in inglese qui: http://www.indybay.org/newsitems/2008/12/18/18555410.php

Lodevole Manifestazione contro la repressione dello Stato.

5 commenti:

buccia ha detto...

spero vivamente che venga fatta luce su questo fatto e mi auguro che delle possibili riprese ettano in evidenza la codardia, la villania degli sgherri dello stato

david santos ha detto...

DOMENICO AMICO MIO, BUON NATALE E FELICISSIMO ANNO NUOVO 2009.

GRAZIE

Domenico Letizia ha detto...

grazie david, speriamo buccia

Anonimo ha detto...

A quando manifestazioni di solidarietà per chi si è visto frantumare il negozio, buciare la macchina, arrecare un disagio, per chi si è sorbito la paura, per chi ha respirato i fumogeni che sono cancerogeni e non c'entrava nulla?


Non esiste la polizia, come non esiste lo stato, l'oppressione della polizia è aleatoria,esite la repressione degli statalistie l'ppressione dei polizziotti e che deve essere valuta sempre, fatta da chi ,come,perché e a quale fine per capirci qualchecosa e non essere pedine in mano loro, come in Grecia è infatti accaduto.


Solidarietà indiscussa a questi ragazzi comunque.

Domenico Letizia ha detto...

esite la repressione degli statalistie l'ppressione dei polizziotti e che deve essere valuta sempre, fatta da chi ,come,perché e a quale fine per capirci qualchecosa e non essere pedine in mano loro, come in Grecia è infatti accaduto.


Solidarietà indiscussa a questi ragazzi comunque.


condivido, belle parole.

"Il mio identikit politico è quello di un libertario, tollerante. Se poi anarchico l'hanno fatto diventare un termine orrendo... In realta' vuol dire solo che uno pensa di essere abbastanza civile da riuscire a governarsi per conto proprio, attribuendo agli altri, con fiducia, le stesse capacità" ( Fabrizio De André )