SITO ANARCOLIBERALE A CURA DI DOMENICO LETIZIA. Laboratorio per un Neo-Anarchismo Analitico che sia Liberoscambista, Volontarista, Possibilista e Panarchico con lo sguardo verso i valori del Liberalismo Classico, del Neo-mutualismo e dell'Agorismo. Un laboratorio che sperimenti forme di gestione solidali, di mercato dencentralizzato e di autogestione attraverso l'arma della non-violenza e lo sciopero fiscale, insomma: Disobbedienza Civile

banner campagna un futuro senza atomiche

The Neolibertarian Network Diventa anche tu Ambasciatore Telethon Italian Blogs for Darfur AIT - Associazione italiana transumanisti
AnarchicA
No TAV

mercoledì 1 ottobre 2008

Sicilia, Indipendenza o Autonomia?


Tutti coloro che mi conoscono sanno come penso riguardo alla Sicilia, nonostante sia un campano e vivo in campania sono un accanito sostenitore dell'indipendenza della Sicilia come della Sardegna.
Logicamente il perchè di questa indipendenza sviluppa critiche da chi non è d'accordo con me,e giustamente come fanno tutti i sani libertari diamo voce anche a queste critiche.
Ecco un post dove viene spiegato il perchè della contrarietà e viene sviluppata una simpatia per la posizione federalista alla lega cosa che non condivido assolutamente: http://waltergianno.splinder.com/post/18385071/La+Sicilia+è+pur+sempre+Itali

3 commenti:

TIZIANO TESCARO communicator,Vicenza ha detto...

Ciao Domenico scusa se ti faccio una domanda ma mi hai incuriosito, Sicilia libera? Non afferro bene, se fosse indipendente lo associo ad autonoma che già lo è????

Domenico Letizia ha detto...

ciao tiziano, la sicilia è a statuto speciale, ma il post era dedicato all'indipendenza della sicilia trovi i motici più che soddisfacente dei siti del MIS e dei circoli antudo, l'altro blog invece sosteneva che per la sicila era ottimo il federalismo fiscale insomma la politica della lega...

Alfio ha detto...

Salutamu picciottu! D'unni sì? Sicunnu mia s'avissi a ssiri la nnipinnenzia nzoccu n'attinnemu. LA SICILIA A LI SICILIANI! Assabbinidica!

"Il mio identikit politico è quello di un libertario, tollerante. Se poi anarchico l'hanno fatto diventare un termine orrendo... In realta' vuol dire solo che uno pensa di essere abbastanza civile da riuscire a governarsi per conto proprio, attribuendo agli altri, con fiducia, le stesse capacità" ( Fabrizio De André )